Raffaele-mangano-partner-google-adwords-italia-certificato

Hai già avviato la tua campagna su Google Adwords e sai quanto è importante configurare al meglio l’account. Infatti in base a questa configurazione ti trovi a pagare di meno o di più i tuoi click.  A tal proposito ho pensato di darti 5 consigli per usare al meglio il tuo account Google per le tue campagne. Ecco i miei cinque consigli:

 

1. In Google Adwords la terminologia conta

Le aziende amano parlare dei propri prodotti e servizi con il nome della marca o della categoria che usano per venderli. Tuttavia questi termini non sono necessariamente le stesse parole o frasi che i loro clienti usano per descriverli. Infatti i clienti utilizzano spesso termini che sono scorciatoie del nome effettivo. E quindi come ottimizziamo al meglio Google Adwords?

Facciamo un esempio pratico. Un’azienda commercializza e al suo interno si parla sempre e solo di Angurie. Ma la domanda è: “come chiamano questo frutto i clienti in una zona ben precisa? Angurie, Melone, Cocomero?”
Un buon modo per capire quali termini vengono usati per parlare dei tuoi prodotto è di intervistare i responsabili delle vendite e alcuni già clienti.
Da qui, puoi capire quali parole chiave utilizzano per parlare dei tuoi prodotti. Dopo usa il pianificatore di parole chiave di Google AdWords. Con questo strumento, puoi visualizzare le ricerche medie mensili e i potenziali click che potresti ricevere col tuo budget. Questa è la base per la perfetta riuscita delle campagne di Local Marketing.

 

raffaele-mangano-blog-google-adwords

 

2. Inizia con più parole chiave

Anche se sei agli inizi nella gestione di Google Adwords, ti consiglio di iniziare con più parole chiave anche nello stesso gruppo di annunci. Il motivo è che puoi testare vari termini di ricerca e una varietà di categorie.
Nella mia esperienza, agli inizi non importa quante parole chiave sono state create per ogni gruppo di annunci. A patto che poi nel tempo curi e crei gruppi più pertinenti in base al rendimento.
È importante avere tre annunci per gruppo. In questo modo puoi testare il rendimento di ciascuno. Le parole e gli inviti all’azione nell’annuncio stesso possono essere uguali o simili, quindi non devi perdere tempo a crearne di nuovi che potrebbero non essere pertinenti. Fai del tuo meglio e poi ottimizza le tue parole chiave.

 

raffaelemangano-blog-google-adwords-1

 

3.Le “Landing Page” fanno la differenza

Solitamente ad inizio campagna si creano diversi gruppi di annunci con annunci che fanno clic sulle pagine del sito web esistente. In alcuni casi, l’errore più grosso che riscontro, è quello di far arrivare i click sulla home page del sito. Se vuoi conoscerne altri puoi approfondire con questo articolo dove ti spiego i cinque errori più comuni su Google Adwords.
Il mio consiglio è quello di creare delle Landing Page molto pertinenti tra i tuoi prodotti e servizi e le parole chiave che hai scelto.
Una volta creata una pagina di destinazione personalizzata, i risultati possono migliorare notevolmente perché l’esperienza sulla pagina e la pertinenza aumenta quelle che sono le conversioni sulla pagina stessa. 

 

4.Usa Google Analytics per monitorare

Accertati di usare integrato nel tuo sito Google Analytics. Grazie a questa analitica puoi capire come le persone interagiscono con il tuo sito e in quali pagine lo abbandonano maggiormente.
Inoltre tramite Analytics puoi creare degli elenchi di utenti da utilizzare nella campagne di Remarketing. Queste sono particolari campagne rivolte agli utenti che hanno già cliccato un tuo annuncio e che magari non hanno lasciato il riferimento.
In questo modo puoi ottimizzare al meglio il tuo budget oppure trovare dei nuovi potenziali clienti simili a questi utenti.

 

raffaele-mangano-google-adwords-consulenza-pmi-2

 

5. Continua a cercare

È facile sentirsi frustrati dalla difficoltà dello strumento con numerosi termini e dai clic mediocri, ma non scoraggiarti. Prova nuove campagne basate sulla tua conoscenza del mercato e ottimizza costantemente quelle che hai attive.
Rimani in contatto con gli utenti finali: quelli che eseguono le ricerche di parole chiave e rispondono ai tuoi annunci. E vedi se i tuoi risultati migliorano aggiungendo una pagina di destinazione diversa della campagna.

Google AdWords è uno strumento molto potente e se ben ottimizzato e configurato può portarti ad aumentare il tuo fatturato, il numero di clienti o semplicemente diffondere il tuo brand. Infatti la Rete Google copre circa la totalità delle persone che navigano su internet.

 

Ringrazio Forbes per aver dato uno spunto di riflessione per la scrittura di questo articolo.

Per te un ebook gratuito:

“Come usare la rete Google per il tuo business.”

Con questo ebook imparerai:

  • Cos’è Google Adwords
  • Cosa significa Rete Google
  • Dove appaiono i tuoi annunci.

Cosa posso fare per te?

Ho acquisito numerose certificazioni Google Adwords, quali Pubblicità per la rete di ricerca e pubblicità per il mobile.  Accompagno il cliente nella programmazione della campagna definendo i KPI desiderati, il budget e i vari contenuti.

Per cui posso aiutarti a:

  • Aumentare le vendite del tuo ecommerce e il traffico sul tuo sito.
  • Acquisire un numero maggiore di contatti.
  • Migliorare la notorietà del brand. 
  • Incrementare il numero di installazioni della tua App.
  • Riportare da te i tuoi clienti con il remarketing.